Go Android, la risposta di Google a Go iOS di Apple

Go Android, la risposta di Google a Go iOS di Apple

Luglio 27, 2021 Off Di Redazione

Non credo che nessuno si meravigli sapendo che Google sta lavorando a Go Android (Move to Android), un’app dal nome abbastanza esplicativo e che ha la funzione di fare da assistente per quegli utenti iPhone che, a un certo punto, decidono di averne abbastanza dello smartphone Apple e, di conseguenza, decidono di fare il salto da iOS a un terminale basato su Android.

Ma andiamo all’origine: entrambe le aziende, Apple e Google, hanno sempre cercato un modo per attirare gli utenti dell’altra piattaforma sulla loro. Ricordo, ad esempio, tanti anni fa, una guida firmata dallo stesso Eric Schmidt, CEO di Google tra il 2001 e il 2015 e attuale presidente dell’azienda, in cui indicava i passaggi più semplici, a quel tempo, per migrare da iOS a un Telefono Android.

La risposta principale, da parte di Apple, è stata quella di creare Go iOS , un’app che puoi trovare nello store delle applicazioni Android e che cerca di facilitare la migrazione da una piattaforma all’altra, un’applicazione molto mossa intelligente , e che sorprendentemente non aveva trovato una replica finora. Fino ad ora, Google sta già lavorando alla funzione Go Android .

Nello specifico, verrebbe aggiunta la funzione Go Android allo strumento di ripristino dei dati Android , che consente migrazioni tra due dispositivi con sistema operativo Google. E la nuova funzione è stata scoperta esaminando il codice di una sua versione beta. È importante chiarire questo, perché è possibile che la funzione alla fine non arrivi, ma vista l’esistenza di Pass iOS, è molto probabile che Google vada avanti con Go to Android.

Oltre a qualche menzione diretta di Go Android e alla sua ipotetica presenza nell’App Store di Apple, ciò che hanno scoperto analizzando la versione beta, è che questo assistente sarebbe in grado non solo di trasferire dati da iOS ad Android, ma che in più proverebbe anche a fare lo stesso con le app o, quantomeno, con quelle che sono disponibili su entrambe le piattaforme e che, ovviamente, non sono a pagamento.

Un aspetto interessante è che l’operazione non verrebbe effettuata via cavo o con un PC in mezzo. Per utilizzare Go Android, e dopo aver installato l’app su iPhone, l’utente deve stabilire una connessione tra i due dispositivi tramite WiFi , in particolare in una rete appositamente predisposta a tale scopo e in cui il con Android sarebbe il punto di accesso. Quindi sarebbe necessario utilizzare una chiave di sicurezza condivisa tra entrambi i dispositivi, nonché inserire una chiave aggiuntiva per migrare determinati contenuti.

Devo ammettere che sono curioso di sapere come Go Android potrebbe aggirare alcune limitazioni di sicurezza di iOS per accedere ad alcuni dati che vorrei migrare su Android. Ed è che la rigorosa politica di sicurezza del sistema operativo di Apple solleva alcuni dubbi.